• studio odontoiatrico
  • studio odontoiatrico
  • studio odontoiatrico
  • studio odontoiatrico Bologna

NOI PER VOI !

Desideriamo fornirvi una sintetica panoramica delle discipline odontoiatriche che pratichiamo.

odontoiatria

Presso il nostro studio della Dott.ssa Dal Monte Mazzoli, inoltre, si effettuano i seguenti servizi.

PREVENZIONE

Coinvolge ogni mezzo e tecnica conosciuta per combattere ed prevenire le più diffuse patologie della bocca, ovvero la carie e la malattia parodontale. In particolare, essa prevede:

  • controlli periodici;
  • pulizia dei denti presso studio dentistico;
  • test della saliva, per verificare la capacità della saliva di limitare il rischio di carie;
  • verifica della carica batterica nella saliva per mezzo di colture batteriche;
  • monitoraggio carie con luce laser;
  • impiego di sigillanti per evitare ai batteri di annidarsi in alcune zone del dente.

L'igienista dello studio vi assisterà con professionalità e vi indicherà tutte quelle regole elementari che si possono mettere in pratica, e con buoni risultati, anche a livello domestico. Necessaria però è la costanza e la buona volontà nell'effettuare controlli periodici.
L'assistente, a tale scopo, si impegnerà a ricordarvi tutti i richiami secondo un piano di scadenze prestabilito, e personalizzato.

CONSERVATIVA

Comprende quelle cure dentarie che servono per ripristinare la salute dei denti affetti da carie. Si tratta di pulizia e disinfezione della cavità del dente colpito da carie, rimozione del tessuto malato e infetto, ricostruzione della parte dentale asportata con materiale da otturazione.

Quasi tutte le otturazioni eseguite in studio sono realizzate con compositi. Questi materiali sono usati nei settori anteriori (incisivi e canini) e posteriori (premolari e molari) della bocca. Hanno caratteristiche differenti, sia per quanto riguarda la capacità di resistere all’abrasione e al carico masticatorio che per la loro valenza estetica.

Tra le tecniche impiegate, c'è anche quella che prevede il restauro di un dente cariato attraverso degli intarsi, ovvero piccole protesi in oro, in porcellana o in resina realizzate in laboratorio, che vengono poi cementate in bocca per riprodurre la parte di dente persa.

ENDODONZIA

Con l'edodonzia è possibile dire che si entra nel "vivo del dente", ovvero con la cura dei canali interni alle radici, dove alloggiano nervi, vene e arterie (polpa).

Un trattamento endodontico prevede due fasi principali;

  • svuotamento canali delle radici e del loro contenuto;
  • riempimento tridimensionale dei canali con materiale plastico riscaldato.

Questo intervento è necessario nel caso in cui la carie abbia raggiunto la polpa viva del dente (devitalizzazione), oppure vi sia una polpa morta (necrosi dentale) in seguito a trauma, o un'otturazione vecchia e molto profonda. Questo trattamento si esegue anche in presenza di carie penetrante e presente da molto tempo (terapia canalare) o in caso di denti già devitalizzati che devono essere ritrattati nuovamente. In questi due casi potrebbe essere presente anche un granuloma, ovvero del tessuto infiammatorio in prossimità dell’apice della radice. Se il dente non dovesse guarire, il che accade raramente, risulterà necessario asportare chirurgicamente la punta della radice (apicectomia) e il tessuto infetto.

Vi sono infine casi in cui la devitalizzazione è indispensabile per poter ricostruire una protesi o per una troppa sensibilità del dente rispetto agli stimoli termici (caldo e freddo).

CHIRURGIA

Grazie a un team di collaboratori specializzati, lo studio è in grado di effettuare interventi di chirurgia per il ripristino della salute della bocca, tra cui:

  • avulsioni dentarie;
  • estrazione denti inclusi nell’osso;
  • incisione ascessi;
  • sbrigliamento frenuli;
  • gengivectomie e allungamento corone (rimozione tessuto gengive in eccesso);
  • regolarizzazione creste ossee in seguito ad estrazioni.

Questo settore dell'odontoiatria è continuamente in evoluzione, a partire dalle tecniche fino alla strumentazione, in particolare per quanto riguarda la parodontologia e l’implantologia.

PARODONTOLOGIA

Essa prevede ogni tecnica volta a correggere la morfologia dei tessuti parodontali - gengive, cemento, legamento alveolo-dentario e osso - che sono stati modificati da affezioni morbose che li hanno coinvolti in modo parziale o totale.

Le malattie parodontali sono il motivo principale della perdita di denti negli adulti, ed è per questo motivo che una diagnosi tempestiva è importante, al fine di prevenirla e controllarla con cure specifiche, fin dalle fasi iniziali (gengivite).

La scelta della tipologia di trattamento dipende dalla gravità della malattia. Nelle prime fasi si può trattare rimuovendo placca, tartaro e tessuti infiammati nella zona sottogengivale. Nei casi più gravi, invece, può essere necessario un intervento di tipo chirurgico.

Anche nel caso in cui la radice di un dente si può scoprire e compromettere l’elemento dentale (“recessione”), si può operare con interventi di ricopertura per ridare integrità al dente.

IMPLANTOLOGIA

Si tratta della branca più recente dell’odontoiatria e prevede costi molto elevati, per via della raffinatezza delle tecniche chirurgiche e anche per la precisione della tecnologia dei componenti installati. Questa metodologia, però, è sempre più diffusa e praticata come soluzione alternativa alla sostituzione di denti naturali persi.

L’implantologia consente di integrare un metallo biocompatibile (titanio) all’interno di un tessuto umano (osso). Ecco perché si parla di implantologia osteointegrata.

Nello specifico, successivamente a un’accurata diagnosi, si procede con:

  • seduta chirurgica per il posizionamento degli impianti;
  • periodo di pausa di 4-6 mesi per permettere l’osteointegrazione;
  • creazione delle corone che andranno poi cementate sugli impianti (fase protesica).

Oggi è possibile anche posizionare gli impianti ed inserire la protesi fissa o mobile in giornata, il cosiddetto impianto a carico immediato.

PEDODONZIA

Riguarda ogni metodica, l'approccio e le terapie da impiegare con i piccoli pazienti. L'ideale sarebbe portare il bambino per una prima visita dal dentista verso i 2-3 anni di età.

servizi implantologia

PROTESI

Il servizio protesi prevede il restauro o la ricostruzione di elementi dentali che si sono distrutti o che mancano, attraverso l'applicazione di manufatti realizzati in laboratori odontotecnici su indicazione e progettazione dell'odontoiatra.

Si divide in due principali categorie:

  • protesi mobili, ovvero apparecchi rimovibili totali (dentiera), scheletrati (protesi parziali rinforzati con scheletro di metallo ed agganciate ai denti residui), parziali provvisori utilizzati per la sostituzione immediata di elementi estratti, in attesa della guarigione dei tessuti.
  • protesi fisse, che includono il restauro o il rifacimento cementato su denti, realizzati su monconi o impianti infissi nell’osso.

Può essere realizzata con diversi materiali, tra cui:

  • la resina, realizzata nelle tonalità più simili a quelle dei denti naturali, viene usata soprattutto per le protesi provvisorie posizionate in bocca per un certo periodo in attesa di posizionare quelle definitive;
  • l’oro, per quelle zone della bocca che non sono visibili, o per preparazioni specifiche (Weneer), che si compone di una parte masticante in oro e di una parte visibile esterna in resina del colore del dente;
  • la ceramica, ovvero la scelta principale per lavori di restauro protesico.

Le protesi si preparano nei laboratori odontotecnici su delle “cappette” fuse in oro (invisibili poichè totalmente ricoperte) e poi “cotta” in forni appositi ad altissime temperature (circa 1000°) per donargli le caratteristiche di estetica, durezza, trasparenza e levigatezza, ovvero uguale ai denti naturali.

Oggigiorno vi sono materiali che permettono di ottenere ottimi risultati estetici, come lo zirconio, che è duro come il metallo, ma bianco, e al di sopra del quale viene cotta la ceramica.

studio ortodonzia

ORTODONZIA

Corregge i difetti del combaciamento delle arcate dentarie tra loro, o quelli di posizione dei singoli denti nei loro rapporti con le altre strutture della bocca.

Esistono apparecchi ortodontici mobili, da portare determinate ore al giorno;

apparecchi fissi, non rimovibili, incollati ai denti per mezzo di piastrine trasparenti di ceramica (brakets) e bande, collegate tra loro da fili metallici e apparecchi misti, fissi e mobili, che sfruttano diverse componenti di forze, comprese, a volte, le trazioni extra-orali.

 

*Ortodonzia intercettiva: porta gli elementi dentari in una posizione corretta, ancora prima che sia ultimata la loro crescita, dopo aver individuato i problemi tramite un’accurata fase diagnostica. I trattamenti vanno iniziati molto precocemente, anche quando sono presenti ancora i denti da latte.

*Ortodonzia classica: corregge difetti di posizione o errori nei rapporti dei denti tra loro o con i loro antagonisti, deviazioni, inclinazioni, rotazioni, malposizioni in riferimento alle masse muscolari della bocca, alla lingua e alle labbra. Può essere intrapresa anche quando la dentizione definitiva è completa.

*Ortodonzia preprotesica: modifica le inclinazioni, le rotazioni o le estrusioni (crescite anomale) di elementi dentari che non hanno più il loro antagonista. Con essa si possono anche ricreare gli spazi persi a causa di estrazioni molto precoci. Ha lo scopo di preparare il terreno (con spessori, spazi e altezze adeguati) alle ricostruzioni proteiche.

*Ortodonzia invisibile : oggi con il sistema invisalign è possibile , in certi casi,

ottenere l’allineamento dei denti tramite delle mascherine trasparenti che vanno a spostare progressivamente i denti e che vengono sostituite man mano che questi si spostano.

Esiste anche la possibilità di avere apparecchi fissi inseriti sulla parete linguale o palatale del dente (parete interna ), che risultano quindi non visibili esternamente :incognito.

STERILIZZAZIONE

All’interno degli Studi è molto importante la sterilità, per questo chiediamo, se possibile, che entri la persona interessata, senza accompagnatori.

Per evitare batteri o virus, abbiamo messo in atto un severissimo sistema di controllo: utilizziamo materiali e strumenti “monouso”, che vengono cioè eliminati dopo essere stati utilizzati una sola volta.

Per tutte le altre attrezzature viene eseguito questo rigoroso processo di sanificazione:

ogni strumento viene immerso in liquido disinfettante all’interno di una vasca ad ultrasuoni per consentire il distacco di particelle e di materiali organici anche non visibili ad occhio nudo.

Al termine del ciclo vengono lavati manualmente e con macchina lavaferri con soluzioni disinfettanti, asciugati e impacchettati con una apposita termosigillatrice e poi sterilizzati in autoclave a vapore. All’interno di ogni pacchetto viene inserito un test che indica, con una variazione di colore a fine ciclo, se il processo ha raggiunto la Temperatura e il tempo di permanenza necessario per la sterilizzazione. Inoltre viene inserita all’interno dell’autoclave anche una striscia con pastiglia che indica l’avvenuto ciclo di sterilizzazione.

Una volta al mese viene effettuato anche un test di controllo del corretto funzionamento della autoclave mediante fiale di spore. Queste vengono inserite in un ciclo di autoclave e poi in un incubatore per 48 ore. La sterilizzazione è avvenuta se il colore della fiala è rimasto invariato come quando è stata inserita in autoclave.

Anche tutte le superfici dello Studio vengono lavate, asciugate e disinfettate con cura dopo ogni intervento.

 

DAL MONTE MAZZOLI DOTT.SSA ALESSANDRA DENTISTA | 80, Via Em. Levante - 40100 Bologna (BO) - Italia | P.I. 04106890371 | Tel. +39 051 492105 | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy